Note sulla versione per Microsoft Mathematics 4.0

Gennaio 2011
© 2011 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Microsoft Mathematics include strumenti e caratteristiche che consentono di comprendere meglio i concetti fondamentali e di visualizzare i concetti matematici, dalla matematica di base all'algebra, in un modo nuovo. Microsoft Mathematics 4.0 semplifica la creazione di grafici 2D e 3D, il calcolo dei risultati numerici e la risoluzione di equazioni, disequazioni o espressioni algebriche.

Nel presente documento vengono elencati i requisiti di sistema e i problemi noti per questa versione di Microsoft Mathematics. Per i problemi noti vengono fornite le soluzioni, se disponibili.

Requisiti di sistema

Nella tabella seguente vengono elencati i requisiti di sistema per l'installazione e l'utilizzo di Microsoft Mathematics.

Sistemi operativi Sono supportati i sistemi operativi seguenti:
   Windows 7
   Windows Vista con Service Pack 2 (SP2)
   Windows XP (a 32 bit) con Service Pack 3 (SP3)
   Windows Server 2008 R2 (a 64 bit)
   Windows Server 2008 con Service Pack 2 (SP2)
   Windows Server 2003 (a 32 bit) con Service Pack 2 (SP2)

.NET Framework Microsoft .NET Framework 3.5 SP1

Download gratuito: http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?displaylang=it&FamilyID=ab99342f-5d1a-413d-8319-81da479ab0d7

Processore del computer Processore Pentium 500 MHz o equivalente (minimo)
Processore Pentium 1 GHz o equivalente (consigliato)

Memoria 256 MB di RAM (minima)
512 MB o più (consigliata)

Risoluzione dello schermo 800 x 600, 256 colori (minima)
1024 x 768, 32 bit (consigliata)

Video Scheda video con 64 MB di RAM video

Spazio su disco 65 MB di spazio disponibile


Problemi noti

Le funzioni originarie show e plot sono state sostituite da show2d e plot2d

In Microsoft Math 3.0 per rappresentare i grafici 2D sono utilizzate le funzioni show e plot. Nella versione attuale del programma è necessario invece specificare show2d e plot2d. Se si apre un foglio di lavoro di una versione precedente del prodotto, tutte le espressioni nelle quali viene utilizzato show o plot dovranno essere aggiornate.

Non è possibile digitare o modificare espressioni nel riquadro di input del foglio di lavoro dopo avere premuto ripetutamente il tasto della freccia sinistra o BACKSPACE

Nel riquadro di input del foglio di lavoro è possibile utilizzare BACKSPACE o il tasto della freccia sinistra per spostarsi verso sinistra e modificare un'espressione. Tuttavia, se si premono tali tasti ripetutamente, è possibile che il riquadro di input non accetti più alcun input. Per risolvere il problema, premere una volta il tasto della freccia destra e quindi sarà possibile riprendere la digitazione.

La modifica della combinazione di colori causa problemi con gli schermi ad contrasto elevato

Se per lo schermo del computer è impostata la modalità Contrasto elevato, è possibile che alcune zone dell'area di lavoro diventino illeggibili quando si cambia combinazione di colori in Microsoft Mathematics. Per risolvere il problema, disattivare Contrasto elevato e quindi riattivarlo di nuovo.

Lo screen reader non legge messaggi di errore in linea

Spesso in Microsoft Mathematics vengono visualizzati messaggi di errore in linea per spiegare errori di sintassi o per descrivere un problema. Affinché gli screen reader abbiano accesso a tali informazioni, è possibile modificare le opzioni in modo che questi messaggi vengano visualizzati come finestre di dialogo popup. Nella scheda File fare clic su Opzioni e quindi su Visualizza errori in linea come messaggi popup.

L'aspetto del grafici 3D non è ottimale

È consigliata l'installazione di Microsoft DirectX, che sfrutta le opzioni di accelerazione hardware quali le schede video. Per impostazione predefinita, in Microsoft Mathematics al termine dell'Installazione guidata di Mathematics viene aperta l'Installazione guidata di DirectX. Se nel computer non è installato DirectX o non è possibile utilizzare tale tecnologia, in Microsoft Mathematics verrà utilizzato un formato di rendering alternativo per i grafici 3D.