19 settembre 2011

Informazioni sulla versione

Nella tabella seguente sono contenute informazioni sulla data di pubblicazione e il numero di versione di Windows Phone SDK 7.1.

Data di pubblicazione

Nome della versione

WP SDK 7.1

Kit adattamento/build telefono

Software Zune®

Visual Studio®

9/28/2011

Versione per il Web

40219.209

7720.20110723-1646

04.08.2345.00

2010 RTM + SP1

8/22/2011

Release Candidate

40219.166

7720.20110723-1646

04.08.2134.00

2010 RTM + SP1

6/29/2011

Beta 2

40219.115

7661.20110607-1657

04.08.2098.00

2010 RTM + SP1

5/24/2011

Beta 1

40219.87

7629.20110426-1509

04.08.2057.00

2010 RTM + SP1

Nella tabella seguente sono contenute informazioni sui componenti aggiuntivi di Windows Phone SDK 7.1 e sul software correlato.

XNA® Game Studio

Microsoft Expression Blend

Client servizi dati WCF

Microsoft Advertising SDK

4.0.30901.0

4.0.30816.0

4.7.6.0

5.2.819.0

Novità

Versioni precedenti

Requisiti di sistema

Nella tabella seguente sono contenuti i requisiti di sistema per Windows Phone SDK 7.1.

Attenzione

Le macchine virtuali non sono supportate.

Sistemi operativi supportati

  • Windows® Vista® x86 o x64 con Service Pack 2 (tutte le edizioni ad eccezione di Starter Edition)

  • Windows® 7 x86 o x64 (tutte le edizioni ad eccezione di Starter Edition)

Hardware

  • L'installazione richiede 4 GB di spazio libero su disco nell'unità del sistema

  • 3 GB di RAM

Piattaforme non supportate

  • Windows Server® non supportato

  • Windows® 8 non supportato

  • Windows® XP non supportato

  • Macchine virtuali non supportate

Emulatore di Windows Phone

  • L'emulatore di Windows® Phone richiede una scheda grafica DirectX® 10 o versioni successive con driver WDDM 1.1 e DDI 10 o versioni successive

  • L'emulatore di Windows® Phone richiede che l'emulazione GPU supporti alcuni scenari, quali la profilatura delle prestazioni dell'applicazione, applicazioni XNA Framework e la visualizzazione dei contenuti in controlli del browser Web

L'emulatore di Windows Phone supporta l'emulazione della periferica GPU utilizzando la GPU dell'host su computer conformi ai requisiti specificati in precedenza. Su tutti gli altri computer, l'emulatore ripristina l'emulazione software, che non è supportata. In Windows 7, è possibile verificare che il computer in uso supporti la configurazione consigliata eseguendo ‘dxdiag’ da una finestra della riga di comando.

Per ulteriori informazioni, vedere Configurazione e requisiti di sistema per l'emulatore di Windows Phone.

Torna all'inizio

Prerequisiti per l'installazione

Se Visual Studio non è stato installato, è tuttavia possibile installare Windows Phone SDK 7.1. Microsoft Visual Studio 2010 Express per Windows Phone viene installato come parte di Windows Phone SDK ed è possibile utilizzarlo per lo sviluppo dopo aver installato Windows Phone SDK 7.1. Se è già stato installato Visual Studio Professional o una versione successiva, è possibile utilizzarlo per lo sviluppo dopo aver installato Windows Phone SDK 7.1. È necessario modificare le impostazioni relative alla lingua di Visual Studio 2010 affinché corrisponda alla lingua di Windows Phone SDK.

Nota

Se sono stati installati gli Strumenti di sviluppo per Windows Phone 7.0 (ENU), non è necessario disinstallarli prima di installare Windows Phone SDK 7.1 (ENU).

Attenzione

Se si dispone di una versione Beta o Release Candidate, è necessario disinstallarla prima di installare Windows Phone SDK 7.1.

Attenzione

È possibile installare la versione localizzata di Windows Phone SDK 7.1 solo sulla lingua corrispondente dei sistemi operativi supportati. La versione in inglese di Windows Phone SDK 7.1 può essere installata su tutte le lingue dei sistemi operativi supportati. Per ulteriori informazioni, vedere Installazione di Windows Phone SDK.

  • Se è stato installato Visual Studio 2010 RTM, è necessario installare il Service Pack 1 RTM prima di installare Windows Phone SDK 7.1. Fare riferimento alle note sulla versione del Service Pack 1 in caso di problemi relativi all'installazione.

    Visual Studio 2010 SP1 RTM

    Note sulla versione di Visual Studio 2010 SP1 RTM

    • Non è necessario disinstallare il Service Pack 1 Beta prima di eseguire l'aggiornamento al Service Pack 1 RTM.

    • Se si installano altri prodotti di Visual Studio 2010 dopo aver installato Windows Phone SDK 7.1, reinstallare il Service Pack 1 RTM.

  • Se è stata installata una versione localizzata degli Strumenti di sviluppo per Windows Phone 7.0, è necessario disinstallarla prima di installare Windows Phone SDK 7.1.

  • Se è stata installata una versione localizzata di Expression Blend, è necessario disinstallarla prima di installare Windows Phone SDK 7.1 (ENU).

  • Se è stata installata una versione localizzata degli Strumenti di sviluppo per Windows Phone 7.0 (ENU), è necessario disinstallarla prima di installare Windows Phone SDK 7.1.

  • Se è stata installata una versione localizzata di Expression Blend (ENU), è necessario disinstallarla prima di installare Windows Phone SDK 7.1.

  • Se è stato installato Microsoft Advertising SDK per Windows Phone 7 versione 5.1 o una versione precedente, è necessario disinstallarlo prima di installare Windows Phone SDK 7.1.

    Disinstallare l'elemento Microsoft Advertising SDK per Windows Phone 7 dall'elenco dei programmi del computer.

    Nota

    Attualmente, Microsoft Advertising SDK è completamente integrato in Windows Phone SDK 7.1. Pertanto non è necessario installarlo separatamente.

  • Se è stato installato Visual Basic per gli Strumenti di sviluppo per Windows Phone 7.0, è necessario disinstallarlo prima di installare Windows Phone SDK 7.1.

    Disinstallare l'elemento Visual Basic per Windows Phone Developer Tools – RTW dall'elenco dei programmi del computer.

    Nota

    Attualmente, Visual Basic è completamente integrato in Windows Phone SDK 7.1. Pertanto non è necessario installarlo separatamente.

Torna all'inizio

Installazione e disinstallazione

Problemi noti

Di seguito sono riportati i problemi noti in Windows Phone SDK 7.1.

Servizi in Background

Distribuzione e debug

  • L'aggiornamento a Windows Phone OS 7.1 di un dispositivo per sviluppatori-sbloccato può ripristinare il blocco del dispositivo. Per risolvere il problema e sbloccare nuovamente il dispositivo, utilizzare lo strumento di sblocco per sviluppatori.

  • È possibile distribuire file XAP dell'applicazione di determinate dimensioni ma il loro avvio nell'emulatore di Windows Phone potrebbe non riuscire. Ciò può verificarsi in caso di file XAP di dimensioni pari o superiori a 100 MB. Per risolvere il problema, rimuovere le risorse dal progetto per ridurre la dimensione del file XAP a meno di 100 MB. Distribuire l'applicazione, quindi aggiungere nuovamente le risorse in maniera progressiva e ridistribuirla.

  • È possibile distribuire applicazioni il cui nome del file XAP contiene caratteri Unicode non ASCII ma il loro avvio potrebbe non riuscire. Per risolvere il problema, rinominare il file XAP.

  • È possibile che la distribuzione di un'applicazione non riesca e che venga visualizzato il messaggio Errore – 0x81030120. Per risolvere il problema, aprire il file WMAppManifest.xml ed eliminare l'elemento seguente. Per ulteriori informazioni, vedere File manifesto dell'applicazione per Windows Phone e Guida: determinare le capacità delle applicazioni.

     
    <Capability Name="ID_CAP_INTEROPSERVICES"/>

  • È possibile che l'avvio di applicazioni che utilizzano le nuove API relative alla fotocamera o a contatti e calendario non riesca. Ciò può verificarsi per applicazioni aggiornate da Windows Phone OS 7.0 a Windows Phone OS 7.1. Per risolvere il problema, aprire il file WMAppManifest.xml aggiungere gli elementi seguenti in base alle proprie necessità. Per ulteriori informazioni, vedere File manifesto dell'applicazione per Windows Phone e Guida: determinare le capacità delle applicazioni.

     
    <Capability Name="ID_CAP_CAMERA"/>
    <Capability Name="ID_CAP_APPOINTMENTS"/>
    <Capability Name="ID_CAP_CONTACTS"/>

Torna all'inizio

Emulatore di Windows Phone

Torna all'inizio

Progetti di Visual Studio

  • La modifica del nome dell'assembly di un'applicazione Silverlight impedisce l'avvio dell'applicazione. Per risolvere questo problema, effettuare una delle seguenti operazioni:

    • Dal menu Compila scegliere Cancella soluzione.

      -oppure-

    • In Esplora soluzioni, fare clic sul pulsante Mostra tutti i file. Eliminare la cartella obj. Dal menu Debug scegliere Compila soluzione.

  • Per modificare lo spazio dei nomi di un'applicazione, è necessario modificare i file seguenti: YourProjectName.csproj, App.xaml e App.xaml.cs.

    1. Nel file YourProjectName.csproj, individuare l'elemento SILVERLIGHTAPPENTRY e sostituire il contenuto esistente con il nuovo spazio dei nomi. Vale a dire, modificare <SilverlightAppEntry>OldNamespace.App</SilverlightAppEntry> in <SilverlightAppEntry>NewNamespace.App</SilverlightAppEntry>.

    2. Nel file App.xaml, individuare l'attributo x:Class=”OldNamespace.App" e modificarlo in x:Class="NewNamespace.App".

    3. Nel file App.xaml.cs, individuare la dichiarazione dello spazio dei nomi e modificare lo spazio dei nomi namespace OldNamespace nello spazio dei nomi namespace NewNamespace.

    4. Nelle pagine relative alle proprietà del progetto, selezionare l'opzione Oggetto di avvio corretta, corrispondente al nuovo spazio dei nomi.

  • Il modello di progetto predefinito Applicazione Silverlight e XNA per Windows Phone contiene l'avviso del compilatore "Impossibile fare riferimento al progetto <ProjectName>. Il progetto a cui si fa riferimento viene indirizzato a una famiglia di framework diversa (.NETFramework)". Tale avviso non riguarda l'applicazione ed è necessario lasciarlo sul posto.

  • L'aggiunta di un'immagine a un file di risorse provoca l'errore del compilatore "Il tipo o il nome 'Disegno' dello spazio dei nomi non esiste nello spazio dei nomi 'Sistema' (riferimento all'assembly mancante?)". Per risolvere il problema, provare con la procedura descritta in Immagini con ResourceManager nel forum di Silverlight.

Torna all'inizio

Profiler e kit di verifica di Marketplace

È supportata la profilatura delle sole applicazioni rivolte a Windows Phone OS 7.1 in dispositivi e nell'emulatore di Windows Phone OS 7.1. L'emulatore di Windows Phone supporta la profilatura. Tuttavia, i dati relativi alle prestazioni potrebbero non essere indicativi delle prestazioni di un'applicazione su un dispositivo fisico.

  • I dati della trama non vengono raccolti per i controlli Immagine e Contenuto multimediale.

  • La profilatura non consente di raccogliere dati dopo che uno storyboard viene messo in pausa e ripreso. Nello storyboard attivo vengono visualizzati esclusivamente i dati fino al punto in cui lo storyboard è stato messo in pausa.

  • Non aprire i file .sap della sessione del profiler salvati creati utilizzando versioni Beta precedenti. Invece, eseguire la profilatura delle applicazioni con la nuova versione.

  • Dopo aver eseguito test monitorati per un'applicazione, i file temporanei rimangono nella directory %temp%. È possibile utilizzare i programmi di utilità del sistema operativo per eliminare i file, oppure è possibile eliminarli manualmente.

Torna all'inizio

Varie

  • I socket multicast UDP utilizzano il Wi-Fi quando connessi a Zune.

  • Se si crea una tessera secondaria, è necessario utilizzare un'immagine locale per lo sfondo. Quindi, è possibile aggiornare l'immagine utilizzando un URI remoto. Tuttavia, non è possibile salvare in modo permanente ShellTiles secondari che utilizzano URI remoti nella schermata Start in seguito al riavvio del telefono da parte dell'utente.

  • La proprietà Response.ContentLength di un oggetto HttpWebRequest restituisce 0xFFFFFFFF per tutte le risposte superiori a 65.536 byte. Se si controlla la lunghezza del contenuto nell'applicazione, è necessario aggiornare il codice come segue.

    Vecchio metodo: if (httpWebResponse.ContentLength == -1L)

    Nuovo metodo: if (httpWebResponse.ContentLength == -1L || (Int32)httpWebResponse.ContentLength == -1)

  • L'utilizzo della classe XmlnsDefinitionAttribute non è supportato e potrebbe causare il blocco di un'applicazione.

  • Le caselle di testo multiriga utilizzano \r come carattere di nuova riga anziché \r\n.

  • I controlli ListBox che utilizzano il rendering XNA Framework non scorrono in maniera corretta. Per risolvere il problema, impostare ManipulationMode di ScrollViewer su Control nel codice XAML o nel code-behind.

     
    <ListBox ItemsSource="{Binding Items}" ScrollViewer.ManipulationMode="Control" >
  • Quando si utilizza l'emulatore di Windows Phone in un sistema operativo coreano, il testo immesso nei controllo viene visualizzato in coreano anziché in inglese. Per risolvere il problema, abilitare esplicitamente la tastiera inglese nelle impostazioni di sistema.

  • Le funzioni Crea snapshot e Ripristina snapshot dello strumento Isolated Storage Explorer non funzionano come previsto in caso di file di sola lettura nello spazio di memorizzazione isolato. I consigli seguenti consentono di risolvere parzialmente il problema:

    • Non collocare file di sola lettura nello spazio di memorizzazione isolato.

    • Utilizzare sempre una nuova cartella del desktop quando si utilizza la funzione Crea snapshot.

    • Controllare sempre il contenuto di una cartella del desktop prima di utilizzare la funzione Ripristina snapshot.

  • I caratteri Unicode delle proprietà Bing, Marketplace Search e WebBrowser Task non funzionano. Per risolvere il problema, utilizzare le attività senza caratteri Unicode.

Torna all'inizio

Windows Phone SDK localizzati

Le versioni localizzate di Windows Phone SDK sono supportate solamente dalle lingue corrispondenti del sistema operativo. È possibile utilizzare tutte le funzionalità solo su configurazioni supportate. Per ulteriori informazioni, vedere Installazione di Windows Phone SDK.

I problemi seguenti si riscontrano solamente nelle versioni in localizzate di Windows Phone SDK 7.1.

  • I modelli di pagina non contengono l'attributo language. Ciò può causare il rendering errato dei caratteri dell'Asia orientale. Per risolvere il problema, aggiungere il codice seguente al tag iniziale dell'elemento di primo livello, come ad esempio <phone:PhoneApplicationPage>. Per ulteriori informazioni, vedere Visualizzazione del testo in cinese, giapponese e coreano.

     
    Language="your culture code"

Torna all'inizio

Modifiche importanti

Per le modifiche importanti in Windows Phone SDK 7.1, vedere le tre sezioni seguenti.

In Windows Phone OS 7.0 era incluso Silverlight 3, mentre in Windows Phone OS 7.1 è incluso Silverlight 4. Per le differenze tra Silverlight 3 e Silverlight 4, vedere Come assicurarsi che le applicazioni Silverlight funzionino con Silverlight 4.

Modifiche importanti dagli Strumenti di sviluppo per Windows Phone 7.0

Di seguito sono riportate le modifiche importanti tra Windows Phone SDK 7.1 e gli Strumenti di sviluppo per Windows Phone 7.0.

Modifica

Descrizione

Motivazione

Suggerimento

Per impostazione predefinita, l'input tocco per i controlli ScrollViewer e ListBox avviene in un thread indipendente, anziché nel thread UI.

In Windows Phone OS 7.0, l'input tocco per i controlli ScrollViewer e ListBox avveniva nel thread UI, riducendo la reattività dell'interfaccia utente. Per impostazione predefinita, in Windows Phone OS 7.1, l'input tocco per tali controlli avviene in un thread indipendente, consentendo uno scorrimento più veloce.

Questa modifica aumenta la reattività dell'interfaccia utente.

In situazioni in cui la gestione in dell'input tocco non è adatta, Modificare ManipulationMode del controllo in Control, in XAML o o nel code-behind.

La risposta per una richiesta asincrona di un client Web generata in un thread in background viene restituita al pool di thread in background.

In Windows Phone OS 7.0, se una richiesta asincrona di un client Web è stata generata in un thread in background, la risposta è stata restituita al thread UI. Adesso, la risposta viene restituita al pool di thread in cui è stata generata.

È possibile che le applicazioni aggiornate per poter essere utilizzate in Windows Phone OS 7.1 siano interessate dal problema se erano basate sulla restituzione della risposta nel thread UI. È possibile che si verifichi l'eccezione UnauthorizedAccessException con il messaggio "Accesso cross-thread non valido".

Tale modifica consente l'elaborazione in background dei download e consente di aumentare la reattività dell'interfaccia utente.

Nel codice basato sulla restituzione della risposta nel thread UI, effettuare il marshalling della risposta mediante Dispatcher.BeginInvoke.

La classe TaiwanCalendar è stata rimossa dalla API.

La classe TaiwanCalendar è stata rimossa dalla API. Non è più disponibile in Windows Phone OS 7.0 e Windows Phone OS 7.1.

Si tratta di un requisito geopolitico.

È necessario aggiornare il codice delle applicazioni che utilizzano tale classe al fine di rimuoverla.

Torna all'inizio

Modifiche importanti da versioni Beta precedenti

Di seguito sono riportate le modifiche importanti tra Windows Phone SDK 7.1 e le sole versioni Beta precedenti.

Modifica

Descrizione

Motivazione

Suggerimento

Tipi di metodi di estensione rinominati.

I tipi seguenti sono stati rinominati.

  • SocketExtensionMethods adesso è chiamato SocketExtensions

  • WebRequestExtensionMethods adesso è chiamato WebRequestExtensions

  • WebBrowserExt adesso è chiamato WebBrowserExtensions

I nuovi nomi sono stati creati in base alle linee guida sulla denominazione di .NET Framework.

È necessario aggiornare le applicazioni che utilizzano tali tipi affinché utilizzino i nuovi nomi.

La proprietà IsRunningSlowly è stata rimossa dalla classe GameTimerEventArgs.

La proprietà IsRunningSlowly è stata rimossa dalla classe GameTimerEventArgs.

Questa proprietà restituisce sempre false.

È necessario aggiornare il codice delle applicazioni che utilizzano tale proprietà al fine di rimuoverla.

IExecuteResult è stata rimossa da Windows Phone OS 7.1 API.

IExecuteResult è stata rimossa da Windows Phone OS 7.1 API.

Il telefono non supporta ExecuteMethodCall e non è possibile utilizzare eventuali applicazioni che la utilizzano.

È necessario aggiornare il codice delle applicazioni che utilizzano IExecuteResult or ExecuteMethodCall al fine di rimuoverne i riferimenti.

I tipi di proprietà MotionReading sono stati modificati.

Le proprietà del tipo MotionReading sono state modificate in Vector3. DeviceRotation è stata rinominata DeviceRotationRate.

Tale modifica consente di eliminare la dipendenza tra MotionReading, AccelerometerReading e GyroscopeReading.

È necessario modificare il codice che utilizza la classe MotionReading affinché utilizzi i nuovi tipi e il nuovo nome.

La cartella del servizio di trasferimento in background nello spazio di memorizzazione isolato è stata rinominata.

La cartella di scambio del servizio di trasferimento in background è stata rinominata da \Transfers a \Shared\Transfers.

Questa modifica raggruppa tutti i servizi che accedono ai file in "Shared" nello spazio di memorizzazione isolato.

Modificare tutti i riferimenti da DownloadLocation, UploadLocation e l'URI di origine del costruttore BackgroundTransferRequest affinché faccia riferimento a Shared\Transfers anziché Transfers.

È necessario che i dati della tessera nello spazio di memorizzazione isolato utilizzino la cartella Shared\ShellContent.

È necessario che StandardTileData.BackBackgroundImage e StandardTileData.BackgroundImage utilizzino la cartella Shared\ShellContent per le immagini archiviate nello spazio di memorizzazione isolato.

Questa modifica raggruppa tutti i servizi che accedono ai file in "Shared" nello spazio di memorizzazione isolato.

Modificare tutti i riferimenti da BackBackgroundImage e BackgroundImage affinché facciano riferimento a Shared\ShellContent. Ad esempio:

 
BackgroundImage     = new Uri("isostore:/Shared/ShellContent/TileBackground.jpg", UriKind.Absolute),
BackBackgroundImage = new Uri("isostore:/Shared/ShellContent/BackTileBackground.jpg", UriKind.Absolute)

La classe ShellTileEnumerator è stata rimossa.

La classe ShellTileEnumerator è stata rimossa.

Quando si utilizza la proprietà ShellTile.ActiveTiles, è necessaria solamente l'interfaccia IEnumerable<T>.

Enumerare la proprietà ActiveTiles mediante l'interfaccia IEnumerable<T> standard.

Gli agenti di background non vengono avviati nel debugger mediante i metodi Add e Find.

In precedenza, gli agenti di background non venivano avviati nel debugger mediante i metodi Add e Find. Adesso, vengono avviati mediante il metodo LaunchForTest.

Il nuovo metodo LaunchForTest semplifica il debug degli agenti di background.

Utilizzare il metodo LaunchForTest per eseguire il debug degli agenti di background.

Il metodo di override OnCancel è stato rimosso dalla classe ScheduledTaskAgent.

Il metodo di override OnCancel è stato rimosso dalla classe ScheduledTaskAgent. L'unico override rimanente è il metodo OnInvoke.

Il metodo di override OnCancel causava problemi con il modello di alimentazione in background.

È necessario aggiornare il codice delle applicazioni che utilizzano tale metodo al fine di rimuoverlo.

La memoria per gli agenti di attività pianificate è limitata a 6 MB.

In precedenza, la quantità di RAM allocata per gli agenti di attività pianificate era 8 MB. Adesso, il limite è 6 MB. Tale modifica non interessa gli agenti del lettore audio o gli agenti dello streaming audio.

Questa modifica consente di proteggere l'affidabilità del telefono.

Se necessario, strutturare nuovamente l'applicazione affinché funzioni con il nuovo limite.

Non è possibile pianificare gli agenti di attività pianificate che superano i limiti di memoria o che vengono terminati con eccezioni.

È possibile terminare gli agenti di attività pianificate che superano i limiti di memoria. Nel caso in cui si verifichino due violazioni consecutive, la pianificazione viene sospesa.

Questa modifica consente di proteggere l'affidabilità del telefono.

Si consiglia di fare in modo che gli agenti di attività pianificate utilizzino una durata pari a 15 secondi e un picco della memoria di elaborazione pari a 4,5 MB. Se necessario, strutturare nuovamente l'applicazione affinché funzioni con i nuovi consigli.

Microsoft.Devices.YCrCbPixelLayout è stato rinominato in Microsoft.Devices.YCbCrPixelLayout.

Microsoft.Devices.YCrCbPixelLayout è stato rinominato in Microsoft.Devices.YCbCrPixelLayout.

Questa modifica riflette le convenzioni di denominazione standard del settore.

È necessario aggiornare il codice delle applicazioni che utilizzano YCrCbPixelLayout.

Microsoft.Devices.CaptureResolution è stata rimossa.

Microsoft.Devices.CaptureResolution è stata rimossa.

Questa modifica sostituisce la classe CaptureResolution con la classe Size standard per una maggiore coerenza i modelli per gli sviluppatori stabiliti e le linee guida del framework.

È necessario aggiornare il codice delle applicazioni che utilizzano CaptureResolution affinché utilizzi la classe Size standard.

Il database massimo e predefinito e i valori della dimensione del pool di buffer sono attualmente inferiori per i database SQLCE.

Il valore massimo per la dimensione del database è stato ridotto da 4 GB a 512 MB. Il valore predefinito per la dimensione del database è stato ridotto da 128 MB a 32 MB.

Il valore massimo per la dimensione del pool di buffer è stato ridotto da 255 MB a 5 MB. Il valore predefinito per la dimensione del pool di buffer è stato ridotto da 640 KB a 384 KB.

Questa modifica consente di ridurre la dimensione di memoria di SQLCE nello scenario predefinito e nel caso peggiore, nonché di garantire che l'utilizzo della memoria condivisa non comprometta l'integrità del dispositivo.

È necessario impostare in maniera esplicita la dimensione massima del database nella stringa di connessione per applicazioni che si connettono a database ampi. Inoltre, si consiglia di aumentare la dimensione del pool di buffer per ottenere le medesime prestazioni.

È possibile che le applicazioni che utilizzano ampi database e pool di buffer utilizzino una quantità maggiore di memoria condivisa rispetto a quella consentita, causando un'eccezione. In questo caso, sarà necessario modificare la dimensione del database e i valori della dimensione del pool di buffer, oppure strutturare nuovamente l'applicazione affinché funzioni entro i limiti.

I parametri della stringa di connessione non supportati vengono rimossi.

I parametri della stringa di connessione non supportati vengono rimossi. Ciò si applica agli elementi seguenti.

  • Intervallo di scaricamento

  • Percorso temporaneo/directory dei file temporanei

  • Informazioni sulla sicurezza permanenti

  • Identificatore delle impostazioni locali

  • Timeout di blocco predefinito

  • Escalation di blocco predefinita

  • Database di crittografia

  • Modalità di crittografia

  • Integrazione

Questa modifica consente di limitare la complessità delle opzioni della stringa di connessione.

È necessario rimuovere questi parametri dalla stringa di connessione delle applicazioni che li contengono.

Torna all'inizio

Modifiche importanti ripristinate

Di seguito sono riportate le modifiche importanti tra Windows Phone SDK 7.1 e gli Strumenti di sviluppo di Windows Phone 7.0 presenti nelle versioni Beta precedenti che sono state ripristinate.

Modifica

Descrizione

Motivazione

Suggerimento

Per impostazione predefinita, la decodifica delle immagini avviene in un thread di background, anziché nel thread UI.

In Windows Phone OS 7.0, la decodifica delle immagini avveniva nel thread UI, riducendo la reattività dell'interfaccia utente. In Windows Phone OS 7.1, per impostazione predefinita, la decodifica delle immagini avviene in un thread di background. Le applicazioni aggiornate da Strumenti di sviluppo di Windows Phone 7.0 a Windows Phone SDK 7.1 sono interessate da questa modifica. Le applicazioni destinate a Windows Phone OS 7.0 non sono interessate da questa modifica.

Questa modifica aumenta la reattività dell'interfaccia utente.

Questa modifica è stata ripristinata. Si consiglia di non modificare il codice dell'applicazione.

È possibile scegliere il comportamento ottimizzato impostando CreateOptions di un'immagine su BackgroundCreation nel codice XAML o nel file code-behind.

È possibile rifiutare il comportamento ottimizzato impostando CreateOptions di un'immagine su DelayCreation nel codice XAML o nel file code-behind.

Torna all'inizio

Informativa sulla riservatezza e sul copyright

Questo documento supporta una versione preliminare di un prodotto software che potrebbe subire modifiche sostanziali prima del rilascio commerciale finale. Questo documento viene fornito esclusivamente a scopo informativo e in questo documento Microsoft non offre garanzie, né esplicite né implicite. Le informazioni contenute nel presente documento, compresi i riferimenti a URL e ad altri siti Web, sono soggette a modifiche senza preavviso. L'utente si assume tutti i rischi e gli effetti derivanti dall'utilizzo di questo documento. Se non specificato diversamente, le società, le organizzazioni, i prodotti, i nomi di domini, gli indirizzi di posta elettronica, i logo, le persone, i luoghi e gli eventi citati negli esempi sono fittizi. Ogni riferimento a società, organizzazioni, prodotti, nomi di dominio, indirizzi di posta elettronica, logo, persone, luoghi ed eventi è puramente causale. Il rispetto di tutte le leggi applicabili in materia di copyright è esclusivamente a carico dell'utente. Senza limitazione per i diritti coperti da copyright, nessuna parte di questo documento potrà comunque essere riprodotta, archiviata o inserita in un sistema di registrazione oppure trasmessa in alcuna forma e con alcun mezzo (in formato elettronico, meccanico, su fotocopia, come registrazione o altro) per alcun scopo, senza l'espresso consenso scritto di Microsoft Corporation.

Microsoft può essere titolare di brevetti, domande di brevetto, marchi, copyright o altri diritti di proprietà intellettuale relativi all'oggetto del presente documento. Salvo quanto espressamente previsto in un contratto scritto di licenza Microsoft, la consegna del presente documento non implica la concessione di alcuna licenza su tali brevetti, marchi, copyright o altra proprietà intellettuale.

© 2011 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Microsoft, Bing, DirectX, Expression Blend, MSDN, Silverlight, Visual Basic, Visual Studio, Windows, Windows Server, Windows Vista, XNA e Zune sono marchi del gruppo Microsoft.

Tutti gli altri marchi sono di proprietà dei rispettivi proprietari.