Data aggiornamento: 24.05.06

La versione più aggiornata di questo file è disponibile in linea nell'Area download Microsoft.

Il team responsabile della documentazione di SQL Server non è in condizione di rispondere a domande di supporto tecnico, tuttavia eventuali commenti e suggerimenti degli utenti relativi a questo documento rappresentano una risorsa molto importante e preziosa per il team. È possibile inviare commenti tramite posta elettronica in modo semplice e rapido utilizzando il collegamento disponibile di seguito. Inviare i commenti in lingua inglese.

Per inviare commenti scritti su questo documento, fare clic qui: Invia commenti.

Sommario

1.0 Introduzione

Microsoft® SQL Server™ 2005 Express Edition with Advanced Services (SQL Server Express) è una versione gratuita e semplice da utilizzare di SQL Server 2005. Grazie all'integrazione con Microsoft Visual Studio 2005, SQL Server Express consente di semplificare lo sviluppo e la rapida distribuzione di applicazioni guidate dai dati potenti e protette. SQL Server Express può essere ridistribuito (in base ai termini del contratto di licenza) e utilizzato sia come database client che come database server di base. SQL Server Express rappresenta la scelta ideale per fornitori di software indipendenti (ISV, Independent Software Vendor), utenti server, sviluppatori non professionisti, sviluppatori di applicazioni Web, host di siti Web e dilettanti che realizzano applicazioni client. Se sono necessarie funzionalità di database più avanzate, SQL Server Express può essere agevolmente aggiornato a versioni di SQL Server più sofisticate.

Oltre alle funzionalità offerte da SQL Server 2005 Express Edition, in SQL Server Express with Advanced Services sono disponibili i componenti seguenti:

  • SQL Server Management Studio Express (SSMSE), un subset di SQL Server Management Studio.

  • Supporto per cataloghi full-text.

  • Supporto per la visualizzazione di report mediante un server di report.

Importante:
Durante l'installazione di SQL Server Express with Advanced Services vengono installati i componenti server di Reporting Services. L'installazione di Reporting Services consente di pubblicare e visualizzare i report eseguiti su un server di report. Per creare i report è necessario installare Business Intelligence Development Studio. Per ulteriori informazioni, vedere 4.2 Creazione di report con Reporting Services e Business Intelligence Development Studio.

Nota:
SQL Server Express with Advanced Services contiene tutti gli aggiornamenti inclusi in SQL Server 2005 Service Pack 1.

[Torna all'inizio]

2.0 Download e installazione di SQL Server Express

In questa sezione sono disponibili informazioni sull'installazione di .NET Framework 2.0, sul download di SQL Server Express e sullo strumento che è possibile utilizzare per connettersi a SQL Server Express. Vengono inoltre descritti i requisiti hardware e software per l'installazione di SQL Server Express.

2.1 .NET Framework 2.0

.NET Framework 2.0 deve essere installato prima di SQL Server Express.

SQL Server Express dipende da una versione 2.0 specifica di .NET Framework. Se nel computer è installata una versione diversa, l'installazione di SQL Server Express può produrre risultati imprevisti. È possibile scaricare .NET Framework 2.0 dal sito Web Microsoft.

Nota:
.NET Framework 2.0 viene installato automaticamente durante l'installazione di Microsoft Visual Studio 2005 e di tutte le edizioni di SQL Server 2005 ad eccezione di SQL Server Express.

[Torna all'inizio]

2.2 SQL Server Express

È possibile scaricare SQL Server Express dal sito Web Microsoft.

Nota:
Per scaricare ed estrarre il prodotto attenersi alle istruzioni disponibili nel sito di download.

Dopo l'installazione di SQL Server Express, per connettersi al prodotto dal prompt dei comandi digitare il comando seguente:

sqlcmd -S Server\Instance

Dove Server è il nome del computer e Instance è il nome dell'istanza con cui stabilire la connessione. Se durante l'installazione è stata utilizzata l'istanza denominata predefinita, specificare il nome di istanza "SQLExpress".

[Torna all'inizio]

2.3 Requisiti di installazione

Il riepilogo dei requisiti hardware e software è disponibile nel documento Requisiti per l'installazione di SQL Server Express.

[Torna all'inizio]

3.0 Problemi di installazione

In questa sezione vengono descritti in dettaglio i problemi di installazione di SP1. SQL Server 2005 Express Edition with Advanced Services contiene tutti gli aggiornamenti inclusi in SQL Server 2005 Service Pack 1.

Nota:
Se non specificato diversamente, i problemi descritti riguardano esclusivamente l'installazione di una nuova istanza di SQL Server Express.

[Torna all'inizio]

3.1 Esito negativo dell'installazione dovuto alla presenza di SQL Native Client

Potrebbe verificarsi l'interruzione del programma di installazione, con conseguente rollback e visualizzazione del messaggio di errore seguente: "Impossibile trovare il pacchetto di installazione del prodotto Microsoft SQL Native Client. Provare a eseguire l'installazione utilizzando una copia valida del pacchetto di installazione 'sqlncli.msi'." Per risolvere il problema, disinstallare SQL Native Client utilizzando Installazione applicazioni.

[Torna all'inizio]

3.2 Controllo configurazione sistema indica che il controllo del contatore di Performance Monitor non è riuscito

Durante l'esecuzione di Controllo configurazione sistema viene verificato il valore della chiave del Registro di sistema relativa al contatore di Performance Monitor prima dell'inizio dell'installazione di SQL Server. Se Controllo configurazione sistema non è in grado di verificare la chiave del Registro di sistema esistente o di eseguire il programma di sistema Lodctr.exe, il controllo non riuscirà e l'installazione verrà bloccata. Per completare l'installazione sarà pertanto necessario incrementare manualmente la chiave del Registro di sistema.

Attenzione:
Una modifica non corretta del Registro di sistema può causare problemi gravi risolvibili solo reinstallando il sistema operativo. Microsoft non può garantire la risoluzione di tali problemi. Prima di modificare il Registro di sistema, eseguire il backup dei dati importanti. Per informazioni sul backup, il ripristino e la modifica del Registro di sistema, vedere l'articolo della Microsoft Knowledge Base 256986.

Per incrementare manualmente la chiave del Registro di sistema relativa al contatore:
  1. Sulla barra delle applicazioni fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare regedit.exe nella casella di testo Apri e quindi fare clic su OK.

  2. Passare alla chiave del Registro di sistema denominata [HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Perflib]. Cercare le chiavi seguenti:

    • "Last Counter"=dword:00000ed4 (5276)

    • "Last Help"=dword:00000ed5 (5277)

  3. Verificare i valori. Il valore di Last Counter nel passaggio precedente (5276) deve essere uguale al valore massimo della chiave Counter di Perflib\009 nella chiave del Registro di sistema seguente, mentre il valore di Last Help nel passaggio precedente (5277) deve essere uguale al valore massimo della chiave Help di Perflib\009 nella chiave del Registro di sistema seguente: [HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Perflib\009].

    Nota:
    "009" è la chiave utilizzata per la lingua inglese (Stati Uniti).

  4. Se necessario, modificare i valori di Last Counter e Last Help nella chiave \Perflib. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Last Counter o su Last Help nel riquadro destro, scegliere Modifica, selezionare l'opzione Decimale nel gruppo Base, impostare il valore nella casella di testo Dati valore e quindi fare clic su OK. Ripetere la procedura per l'altra chiave, se necessario, e quindi chiudere l'editor del Registro di sistema.

  5. Eseguire di nuovo il programma di installazione di SQL Server Express.

[Torna all'inizio]

3.3 Se in Windows Server 2003 i servizi di crittografia sono disattivati, l'installazione non riesce e viene visualizzata una finestra di dialogo del programma Windows Logo

Il provider del servizio di crittografia di Windows (CSP, Cryptographic Service Provider) è il software di esecuzione dei servizi di autenticazione, codifica e crittografia a cui le applicazioni basate su Windows accedono tramite CryptoAPI in Windows Server 2003. Se il servizio CSP viene interrotto o disattivato, il programma di installazione di SQL Server non viene completato e viene visualizzato un messaggio del programma Windows Logo.

Nota:
Prima di eseguire il programma di installazione di SQL Server in un cluster di failover Windows Server 2003 è necessario avviare il servizio CSP su tutti i nodi del cluster.

Per attivare il servizio CSP di Windows in Windows Server 2003:
  1. Nel Pannello di controllo aprire Strumenti di amministrazione e quindi fare doppio clic su Servizi.

  2. Nella colonna Nome fare clic con il pulsante destro del mouse su Servizi di crittografia e quindi scegliere Avvia.

  3. Chiudere Servizi.

  4. Eseguire il programma di installazione.

[Torna all'inizio]

3.4 MS DTC non è completamente attivato in Windows

Poiché Microsoft Distributed Transaction Coordinator (MS DTC) non è configurato completamente in Windows, alcune applicazioni potrebbero non essere in grado di integrare le risorse di SQL Server Express in una transazione distribuita. Questo problema può interessare server collegati, query distribuite e stored procedure remote che utilizzano transazioni distribuite. Per evitare problemi di questo tipo, è necessario attivare completamente i servizi MS DTC sul server in cui è installato SQL Server Express.

Per attivare completamente MS DTC:
  1. Nel Pannello di controllo aprire Strumenti di amministrazione e quindi fare doppio clic su Servizi componenti.

  2. Nel riquadro sinistro di Directory principale fare clic su Servizi componenti e quindi espandere Computer.

  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Risorse del computer e quindi scegliere Proprietà.

  4. Nella scheda MSDTC fare clic su Configurazione protezione.

  5. In Impostazioni protezione selezionare tutte le caselle di controllo disponibili.

  6. Verificare che in Account di accesso DTC sia impostato il nome NT AUTHORITY\NetworkService.

[Torna all'inizio]

3.5 Una configurazione che prevede l'utilizzo forzato della crittografia può impedire l'installazione di SQL Server Express

Se è presente un'installazione client di SQL Server configurata con l'opzione per l'utilizzo forzato della crittografia attivata, l'installazione di SQL Server Express potrebbe non riuscire. Per risolvere il problema, disattivare tale opzione in tutti i client di SQL Server. Per i client Microsoft Data Access Components (MDAC) in SQL Server 2000, utilizzare l'utilità Configurazione di rete client di SQL Server 2000. Per SQL Native Client, disinstallare SQL Native Client tramite Installazione applicazioni.

[Torna all'inizio]

3.6 L'installazione di un'istanza predefinita di SQL Server 2000 può disattivare SQL Server Express

Se nel computer sono installati gli strumenti di gestione di SQL Server 2000 e un'istanza predefinita di SQL Server Express, sarà possibile installare un'istanza predefinita di SQL Server 2000. L'istanza installata di SQL Server Express verrà tuttavia disattivata. È pertanto consigliabile non installare un'istanza predefinita di SQL Server 2000 in un computer in cui sono presenti gli strumenti di gestione di SQL Server 2000 e un'istanza predefinita di SQL Server Express.

[Torna all'inizio]

3.7 Installazione di SQL Server Express in un controller di dominio di Windows

Nota sulla protezione:
È consigliabile evitare di eseguire SQL Server Express in un controller di dominio.

SQL Server Express può essere installato in un controller di dominio di Windows, ma non può essere eseguito in un controller di dominio di Windows Server 2003 con l'account Servizio locale o Servizio di rete. Gli account del servizio di SQL Server devono utilizzare account utente di dominio di Windows. Gli account del servizio di SQL Server possono essere inoltre installati in modo da utilizzare l'account Sistema locale. Questa opzione non è tuttavia consigliata.

Non modificare il ruolo del server dopo l'installazione di SQL Server Express. Se ad esempio si installa SQL Server Express in un server membro, non utilizzare lo strumento Dcpromo per alzare il server al livello di controller di dominio. Se invece si installa SQL Server Express in un controller di dominio, non utilizzare Dcpromo per abbassare il server al livello di server membro. La modifica del ruolo di un server dopo l'installazione di SQL Server Express può comportare una perdita di funzionalità e non è supportata.

[Torna all'inizio]

3.8 In modalità manutenzione viene richiesto il percorso del file Setup.exe

Se si installa un nuovo componente di SQL Server Express in modalità manutenzione, verrà richiesto di immettere il percorso del file Setup.exe sul supporto di installazione di SQL Server Express. Quando si specifica il percorso, includere "Setup.exe". Il percorso "D:\", ad esempio, non è valido, mentre "D:\Setup.exe" è valido.

[Torna all'inizio]

3.9 Risoluzione dei problemi relativi agli script della shell dei comandi di installazione

Gli script della shell dei comandi di installazione possono generare errori se le variabili dei percorsi contengono parentesi. Gli script della shell dei comandi non supportano infatti variabili dei percorsi contenenti parentesi, che possono essere presenti quando si installano componenti a 32 bit nel sottosistema Windows on Windows (WOW64) a 32 bit di un computer a 64 bit. Lo script seguente, ad esempio, che contiene il percorso "C:\Program Files (x86)\", genera un errore perché l'interprete degli script della shell non interpreta correttamente le parentesi nella variabile PATH espansa nell'ambito dell'istruzione IF...ELSE:

IF "%SOME_PATH%" == "" ( 
        SET PATH=%PATH%;%PATH_A% 
) ELSE ( 
        SET PATH=%PATH%;%PATH_B% 
) 

Per risolvere il problema, modificare lo script in modo da rimuovere le parentesi. Ad esempio:

IF "%SOME_PATH%" == "" set PATH=%PATH%;%PATH_A% 
IF NOT "%SOME_PATH%" == "" set PATH=%PATH%;%PATH_B% 

In alternativa, rimuovere dal percorso la voce relativa a SQL Server contenente le parentesi.

[Torna all'inizio]

3.10 La presenza dei file di database del server di report può impedire l'installazione

Quando un'istanza di SQL Server Express che ospita il database del server di report per un'istanza di Reporting Services viene disinstallata eseguendo il programma di installazione dal prompt dei comandi con il parametro SAVESYSDB, i file di database del server di report rimangono nel sistema insieme agli altri file di database di sistema. I nomi predefiniti di tali file sono ReportServer$Instancename e ReportServer$InstancenameTempdb. Se successivamente si reinstalla SQL Server Express con il parametro di installazione USESYSDB e si specifica che tale istanza ospiterà il database del server di report, il programma di installazione non sarà in grado di ricreare tali file di database perché esistono già.

Per risolvere il problema, eseguire una delle operazioni seguenti:

  • Eliminare i database del server di report prima di eseguire la disinstallazione utilizzando il parametro SAVESYSDB.

  • Se si utilizza il parametro di installazione SAVESYSDB, non installare Reporting Services insieme a SQL Server.

  • Utilizzare il parametro di installazione RSDATABASENAME per specificare un nuovo nome per il database del server di report durante l'installazione di Reporting Services.

[Torna all'inizio]

3.11 Impostazione del livello di compatibilità del database durante l'aggiornamento da MSDE 2000

Questo problema riguarda esclusivamente l'aggiornamento di un'istanza di MSDE 2000 a SQL Server Express with Advanced Services.

Quando si aggiorna un'istanza di MSDE 2000 a SQL Server Express with Advanced Services, il livello di compatibilità del database rimane impostato su 80 per garantire la compatibilità con le applicazioni esistenti di MSDE 2000. Il livello di compatibilità con le versioni precedenti comporta la disattivazione di alcune funzionalità nuove di SQL Server Express with Advanced Services. Per ulteriori informazioni, vedere l'argomento di riferimento "sp_dbcmptlevel" nella documentazione in linea di SQL Server 2005.

[Torna all'inizio]

3.12 Esito negativo dell'installazione dovuto alla presenza di una virgoletta singola nel nome della directory dei database di sistema

Questo problema riguarda esclusivamente l'aggiornamento di un'istanza di SQL Server Express a SQL Server Express with Advanced Services.

Quando si esegue l'aggiornamento di un'istanza di SQL Server Express a SQL Server Express with Advanced Services, l'esecuzione del programma di installazione potrebbe essere interrotta se i database di sistema sono installati in una directory con un nome che contiene una virgoletta singola. Se l'errore si verifica, sarà necessario spostare i database di sistema in una directory con un nome che non contiene virgolette singole. Per ulteriori informazioni sullo spostamento dei database di sistema, vedere "Spostamento dei database di sistema" nella documentazione in linea di SQL Server 2005.

[Torna all'inizio]

3.13 Esito negativo dell'aggiornamento dovuto alle restrizioni della sintassi ALTER DATABASE

Questo problema riguarda esclusivamente l'aggiornamento di un'istanza di SQL Server Express a SQL Server Express with Advanced Services.

Quando si esegue l'aggiornamento di un'istanza di SQL Server Express a SQL Server Express with Advanced Services, il programma di installazione aggiorna i database di sistema. Se si implementano restrizioni nella sintassi ALTER DATABASE, tale aggiornamento può avere esito negativo. Le restrizioni della sintassi ALTER DATABASE possono includere quanto segue:

  • Negazione esplicita dell'istruzione ALTER DATABASE.

  • Trigger DDL (Data Definition Language) su ALTER DATABASE che esegue il rollback della transazione contenente l'istruzione ALTER DATABASE.

Se la sintassi ALTER DATABASE presenta restrizioni e l'aggiornamento dei database di sistema ha esito negativo, è necessario disattivare le restrizioni ed eseguire nuovamente il programma di installazione.

[Torna all'inizio]

3.14 Aggiornamento alla versione finale di SQL Server Express with Advanced Services non supportato

Non è possibile aggiornare una versione non definitiva di SQL Server Express with Advanced Services alla versione finale. Per poter installare tale versione, è necessario disinstallare la versione non definitiva di SQL Server Express with Advanced Services.

Attenzione:
Quando si disinstalla una versione non definitiva di SQL Server Express with Advanced Services in un computer su cui è inoltre installato Visual Studio 2005, è necessario ripristinare il Registro di sistema di Windows per poter utilizzare Progettazione DataSet di Visual Studio. Per ulteriori informazioni, vedere l'articolo della Knowledge Base 917635.

[Torna all'inizio]

3.15 Non è possibile aggiornare SQL Server Express se un'istanza utente è in esecuzione.

Quando un'istanza utente è in esecuzione, numerosi file di database nella cartella Template Data sono bloccati e non è possibile eseguire l'aggiornamento. Per aggiornare l'installazione di SQL Server Express, è necessario arrestare manualmente le istanze utente in esecuzione.

Per arrestare manualmente le istanze utente, eseguire la procedura seguente:
  1. Connettersi all'istanza padre di SQL Server Express e quindi disattivare l'istanza utente eseguendo l'istruzione seguente:

    EXEC sp_configure ‘user instances enabled’,0
    RECONFIGURE
  2. Determinare il nome pipe per ogni istanza utente attiva eseguendo l'istruzione seguente:

    SELECT owning_principal_name, instance_pipe_name FROM sys.dm_os_child_instances WHERE heart_beat = ‘alive’
  3. Connettersi a ogni istanza utente utilizzando instance_pipe_name e quindi arrestare manualmente l'istanza eseguendo l'istruzione seguente:

    SHUTDOWN WITH NOWAIT
  4. Applicare l'aggiornamento.

  5. Riattivare le istanze utente eseguendo l'istruzione seguente:

    EXEC sp_configure ‘user instances enabled’, 1
    RECONFIGURE

[Torna all'inizio]

3.16 Esito negativo dell'aggiornamento se si utilizza l'autenticazione di SQL Server con le istanze utente

Questo problema riguarda esclusivamente l'aggiornamento di un'istanza di SQL Server Express a SQL Server Express with Advanced Services.

Quando si installa SQL Server Express with Advanced Services per aggiornare un'istanza di SQL Server Express in cui le istanze utente sono attivate, è necessario utilizzare l'autenticazione di Windows. Se si specifica l'autenticazione di SQL Server, l'aggiornamento può avere esito negativo.

[Torna all'inizio]

4.0 Ulteriori informazioni

4.1 Account di servizio e protocolli di rete

Per SQL Server Express, l'account Sistema locale è costituito dall'account Servizio di rete.

SQL Server Express rimane in attesa sulle named pipe locali e sulla memoria condivisa. L'installazione predefinita non consente di connettersi a SQL Server Express in modalità remota. Sarà necessario attivare il protocollo TCP/IP e verificare se il firewall è attivato.

Per attivare TCP/IP:

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Microsoft SQL Server 2005, Strumenti di configurazione e quindi Gestione configurazione SQL Server.

    È inoltre possibile aprire Gestione computer facendo clic con il pulsante destro del mouse su Risorse del computer e quindi scegliendo Gestione. In Gestione computer espandere Servizi e applicazioni e quindi fare clic su Gestione configurazione SQL Server.

  2. Espandere Configurazione di rete SQL Server 2005 e quindi fare clic su Protocolli per NomeIstanza.

  3. Nell'elenco dei protocolli fare clic con il pulsante destro del mouse sul protocollo da attivare e quindi scegliere Attiva.

    L'icona del protocollo cambierà per indicare che il protocollo è attivato.

Per attivare il firewall:

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Pannello di controllo e quindi Connessioni di rete.

  2. Nella barra di spostamento sulla sinistra fare clic su Modifica impostazioni Windows Firewall.

  3. Nella casella Programmi e servizi della scheda Eccezioni SQL Server sarà probabilmente elencato, ma non selezionato come eccezione. Se si seleziona la casella di controllo, verrà aperta la porta 1433 per consentire l'ingresso delle richieste TCP. Se invece SQL Server non è incluso nell'elenco, eseguire le operazioni seguenti:

    1. Fare clic su Aggiungi programma.

    2. Fare clic su Sfoglia.

    3. Passare a unità:\Programmi\Microsoft SQL Server\MSSQL.1\MSSQL\BINN

    4. Aggiungere il file sqlservr.exe all'elenco delle eccezioni.

[Torna all'inizio]

4.2 Creazione di report con Reporting Services e Business Intelligence Development Studio

Durante l'esecuzione del programma di installazione viene installato Reporting Services. Dopo aver installato Reporting Services, è possibile utilizzare il computer locale per visualizzare report sui dati relazionali.

Nota:
Poiché la versione di Reporting Services in SQL Server Express è supportata esclusivamente su un server locale, è necessario installare Reporting Services e il Motore di database di SQL Server Express sullo stesso computer.

Per creare report con Reporting Services è inoltre necessario procedere all'installazione di Business Intelligence Development Studio.

Business Intelligence Development Studio è l'ambiente Microsoft Visual Studio 2005 migliorato tramite l'aggiunta di funzionalità specifiche delle soluzioni di Business Intelligence di SQL Server 2005.

Business Intelligence Development Studio è disponibile nel toolkit di Microsoft SQL Server 2005 Express Edition (toolkit di SQL Server Express). Gli strumenti di progettazione utilizzati per la creazione dei report vengono installati dal toolkit di SQL Server Express. È possibile scaricare il toolkit di SQL Server Express dal sito Web Microsoft.

[Torna all'inizio]

4.3 SQL Server Management Studio Express

Microsoft SQL Server Management Studio Express (SSMSE), che viene installato quando si esegue SQL Server Express with Advanced Services, offre uno strumento grafico per la gestione delle istanze di Microsoft SQL Server 2005 Express Edition e Microsoft SQL Server 2005 Express Edition with Advanced Services. Tramite SSMSE è inoltre possibile gestire le istanze del motore relazionale create da tutte le edizioni di SQL Server 2005. SSMSE non consente di gestire i componenti seguenti:

  • SQL Server Reporting Services

Nota:
Per gestire Reporting Services, è necessario utilizzare Gestione report.

  • SQL Server Analysis Services

  • SQL Server 2005 Integration Services

  • SQL Server 2005 Mobile Edition

  • SQL Server Notification Services

  • SQL Server Agent

È possibile scaricare gratuitamente SSMSE dal sito Web Microsoft.

Come connettersi a SQL Server Express tramite SSMSE

Per connettere SSMSE a un'istanza del Motore di database di SQL Server Express, eseguire la procedura seguente:

  1. Nella finestra di dialogo Connetti al server specificare una delle voci seguenti:

    • .\sqlexpress

    • (local)\sqlexpress

    • server name\sqlexpress

  2. Premere INVIO.

    Nota:
    Per l'installazione predefinita di SQL Server Express viene utilizzato il nome di istanza SQLExpress. Si tratta del nome di istanza da specificare per connettersi a SQL Server Express tramite SSMSE. Se si dispone di un nome di istanza diverso da SQLExpress, stabilire la connessione utilizzando la sintassi nome computer\nome istanza.

[Torna all'inizio]

4.4 Funzionalità relative alle istanze utente

SQL Server Express consente agli utenti non amministratori di copiare o spostare database, tramite la distribuzione Xcopy, senza richiedere privilegi DBCreator. Per ulteriori informazioni, vedere “Istanze utente per non amministratori” nella documentazione in linea di SQL Server 2005 disponibile nel sito Web Microsoft.

[Torna all'inizio]

4.5 Documentazione in linea

A partire dall'aggiornamento del mese di aprile 2006 della documentazione in linea di SQL Server 2005, non sarà disponibile una specifica documentazione in linea per SQL Server Express. La documentazione in linea di SQL Server 2005 sarà la fonte di informazione principale per SQL Server Express.

È possibile scaricare la documentazione in linea di SQL Server 2005 dal sito Web Microsoft. Dopo aver installato la documentazione in linea, è possibile utilizzare il filtro SQL Server Express nel riquadro Sommario per nascondere il contenuto non relativo a SQL Server Express Edition. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo della documentazione in linea di SQL Server Express, vedere il relativo argomento nella documentazione in linea di SQL Server 2005.

Questo aggiornamento riflette tutti gli aggiornamenti del prodotto inclusi nel Service Pack e include inoltre vari miglioramenti apportati alla documentazione. È consigliabile installare questo aggiornamento per mantenere aggiornate rispetto a SQL Server Express le informazioni nella copia locale della documentazione.

[Torna all'inizio]

4.6 Assistenza su SQL Server Express

Sono disponibili tre fonti principali di informazioni su SQL Server Express:

Non utilizzare altri newsgroup Microsoft per inviare domande riguardanti SQL Server Express. Per ulteriori informazioni, vedere "Assistenza su SQL Server Express" nella documentazione in linea di SQL Server 2005. Le informazioni più aggiornate preparate dal team di SQL Server Express sono disponibili nel Registro Web di SQL Server Express.

[Torna all'inizio]

4.7 Invio di commenti e suggerimenti su SQL Server Express

Per inviare suggerimenti e segnalare errori relativi al toolkit di SQL Server Express, è possibile eseguire una o più delle operazioni seguenti:

  • Inviare i suggerimenti e le segnalazioni sulle funzionalità e l'interfaccia utente del toolkit di SQL Server Express a MSDN Product Feedback Center.

  • Inviare commenti e suggerimenti e segnalare imprecisioni relative alla documentazione tramite l'apposita funzionalità disponibile nella documentazione in linea di SQL Server 2005 nel sito Web Microsoft.

  • Inviare le segnalazioni degli errori e i dati sull'utilizzo delle funzionalità automaticamente a Microsoft per operazioni di analisi. Per ulteriori informazioni, vedere "Impostazioni segnalazione errori e utilizzo funzionalità (SQL Server Express)" nella documentazione in linea di SQL Server 2005.

[Torna all'inizio]

5.0 Motore di database

Nelle note incluse in questa sezione vengono indicati i problemi relativi al Motore di database e alle utilità della riga di comando specifiche del Motore di database che riguardano inoltre SQL Server Express.

[Torna all'inizio]

5.1 Segnalazione errori DBCC

Quando un comando DBCC CHECKDB, DBCC CHECKALLOC, DBCC CHECKFILEGROUP o DBCC CHECKTABLE rileva un errore di danneggiamento dei dati, viene creato un piccolo file di dump, denominato SQLDUMPnnnn.txt, nella directory LOG di SQL Server. Se le funzionalità di segnalazione degli errori e di raccolta di dati relativi all'utilizzo delle funzionalità sono attivate per l'istanza di SQL Server, il file verrà inoltrato automaticamente a Microsoft. I dati raccolti consentono di migliorare la funzionalità di SQL Server. Per ulteriori informazioni, vedere "Impostazioni segnalazione errori e utilizzo funzionalità" nella documentazione in linea di SQL Server 2005.

Il file di dump contiene i risultati dell'esecuzione del comando DBCC e l'output di dati diagnostici supplementari. Il file dispone di elenchi di controllo di accesso discrezionale (DACL) limitati. L'accesso è limitato all'account del servizio SQL Server e ai membri del ruolo sysadmin. Per impostazione predefinita, il ruolo sysadmin contiene tutti i membri del gruppo BUILTIN\Administrators di Windows e del gruppo dell'amministratore locale. Se il processo di raccolta dei dati non ha esito positivo, l'esecuzione del comando DBCC viene completata comunque.

[Torna all'inizio]

5.2 Modifica della modalità di gestione delle transazioni bloccate in un batch

Al completamento di un batch il Motore di database esegue automaticamente il rollback delle transazioni bloccate attive. Nelle versioni precedenti il rollback delle transazioni bloccate deve essere eseguito manualmente.

[Torna all'inizio]

5.3 Considerazioni sulla funzionalità di copia shadow con salvataggio automatico del servizio Copia Shadow del volume

La funzionalità di copia shadow con salvataggio automatico del servizio Copia Shadow del volume presenta le limitazioni seguenti.

Presenza di più copie shadow con salvataggio automatico persistenti

In Windows Server 2003 Service Pack 1 (SP1) e versioni successive è possibile creare una sola copia shadow con salvataggio automatico persistente. Per creare una copia shadow aggiuntiva è necessario applicare prima l'aggiornamento descritto nell'articolo della Knowledge Base 891957.

Nota:
Se tale aggiornamento non è stato applicato, per creare una nuova copia shadow con salvataggio automatico persistente sarà prima necessario eliminare quella esistente e quindi creare la nuova copia.

Copie shadow con salvataggio automatico e cataloghi full-text

La funzionalità di copia shadow con salvataggio automatico non supporta i cataloghi full-text. Quando viene creata una copia shadow con salvataggio automatico, tutti i cataloghi full-text nel database sulla copia shadow vengono portati non in linea. Se il database viene collegato dalla copia shadow, il catalogo full-text rimarrà non in linea permanentemente. Tutti gli altri dati rimarranno disponibili nel database collegato.

Se un database che contiene un catalogo full-text viene collegato direttamente da una copia shadow con salvataggio automatico, verrà restituito il messaggio di errore seguente:

Server: Msg 7608, Level 17, State 1, Line 1
An unknown full-text failure (0xc000000d) occurred during "Mounting a full-text catalog".

Se non è necessario collegare un database direttamente dalla copia shadow, sarà possibile evitare il problema copiando i file di database e i cataloghi full-text dalla copia shadow a un volume regolare basato su lettera di unità e quindi collegare il database da tale percorso. Se nel comando di collegamento è specificato il percorso corretto dei file full-text copiati, sarà possibile utilizzare i cataloghi full-text.

[Torna all'inizio]

5.4 Ricerca full-text sulle istanze utente

La ricerca full-text non è supportata sulle istanze utente (RANU) di SQL Server Express.

5.5 Riavvio del computer obbligatorio per utilizzare la funzionalità di ricerca full-text

Se si installa SQL Server Express in un account Servizio di rete, per utilizzare la funzionalità di ricerca full-text sarà necessario riavviare il computer.

[Torna all'inizio]

5.6 Non utilizzare la crittografia RC4

Per proteggere i dati in SQL Server 2005 non utilizzare la crittografia RC4, ma un algoritmo di crittografia a blocchi quale AES 256 o Triple DES.

[Torna all'inizio]

6.0 Replica

Le note in questa sezione contengono informazioni aggiornate relative alla replica.

[Torna all'inizio]

6.1 Replica disattivata per impostazione predefinita

SQL Server Express può essere utilizzato come Sottoscrittore per tutti i tipi di replica, ma in questa edizione la replica non viene installata per impostazione predefinita.

Per installare i componenti di replica:
  1. Nella pagina Selezione funzionalità espandere Servizi di database.

  2. Fare clic su Replica e quindi selezionare La funzionalità completa verrà installata sul disco rigido locale.

Per installare i componenti di connettività e gli oggetti RMO (Replication Management Objects):
  1. Nella pagina Selezione funzionalità fare clic su Componenti client e quindi su La funzionalità completa verrà installata sul disco rigido locale.

[Torna all'inizio]

6.2 Pubblicazioni non rimosse durante l'aggiornamento a SQL Server Express

Se si esegue l'aggiornamento a SQL Server Express da un'istanza di MSDE che funge da server di pubblicazione, le pubblicazioni non verranno rimosse. SQL Server Express non può fungere da server di pubblicazione, non sarà pertanto possibile utilizzare le pubblicazioni rimanenti in SQL Server Express. Per informazioni su come rimuovere le pubblicazioni, vedere "Rimozione della replica" nella documentazione in linea di SQL Server 2005.

Importante:
il problema illustrato sopra si applica soltanto a SQL Server Express with Advanced Services e non a SQL Server Express SP1.

[Torna all'inizio]